venerdì 17 aprile 2015

Domenica 26 aprile Il Monte Testaccio h.16.15



Gli "strati" di ceramica su cui cresce vegetazione spontanea.
Il Testaccio è una collina artificiale composta da milioni di frammenti di anfore utilizzate per il trasporto via mare del vino e dell’olio. Le anfore approdavano nel vicino porto fluviale e, dopo il travaso del contenuto in recipienti più piccoli e maneggevoli, erano ordinatamente smaltite nell’immensa discarica che con i secoli andò a formare un vero e proprio ‘monte dei cocci’. Grazie a un’apertura speciale, avremo la possibilità di salire sul monte, scoprire i “numeri” davvero impressionanti del commercio romano e godere di un affaccio del tutto insolito sulla città.
La nostra visita inizierà nella nuova piazza Testaccio, al cui centro è stata recentemente ricollocato uno dei simboli del quartiere:la Fontana delle Anfore. Avremo modo di ripercorrere la storia del rione che prende nome dal Monte Testaccio e vedere i resti delle strutture legate all'antico porto fluviale ancora visibili nel quartiere.

Appuntamento: h. 16.15, piazza Testaccio, Fontana delle Anfore.
Costo: visita guidata 8€ + biglietto di ingresso al sito 4€.
Durata 2 ore circa. 
La visita è a numero chiuso, max 20 partecipanti.

Si raccomanda la puntualità, le attività di registrazione potranno svolgersi dalle ore 16.00.


Informazioni e prenotazioni a:
pan.archeologia@gmail.com
393 310 0313

Nessun commento:

Posta un commento