martedì 3 maggio 2016

Prossimi appuntamenti

Sabato 7 maggio, h. 16.30
LA CENTRALE MONTEMARTINI: MACCHINE E DEI
Poco conosciuta dal grande pubblico, la Centrale Montemartini costituisce uno straordinario e riuscitissimo esempio di archeologia industriale.
Nata come centrale termoelettrica nel 1912 e dismessa definitivamente negli anni '60, dopo un lungo periodo di abbandono accoglie oggi, grazie a un lungo e attento restauro, capolavori dell'arte antica greca e romana appartenenti alle collezioni dei Musei Capitolini.

L'idea era di una esposizione temporanea, in occasione dei lavori di ristrutturazione di alcune ale dei Musei Capitolini, ma dal 2005 gran parte delle sculture hanno qui trovato la loro sede definitiva, grazie all'ambientazione davvero suggestiva delle sale: accanto ai giganteschi motori diesel e ai macchinari della centrale, i marmi acquistano nuovi valori estetici e il confronto tra antico e moderno stimola nuovi modi di percepire l'antico.

Nelle sale sono esposti reperti della Roma repubblicana di ambito religioso e funerario e capolavori dell'arte greca e romana che costtuivano parte delle lussuose decorazioni dei teatri, dei giardini, dei templi, delle ville nobiliari della città antica. 

Appuntamento: h. 16.30 - Via Ostiense 106, davanti all'ingresso del museo.

Costo: 8€ visita guidata + 2€ tessera associativa annuale. 

Per i minori di 18 anni la visita guidata è gratuita.

Biglietto d'ingresso del museo: Intero € 7,50 (€ 6,50 per i residenti nel Comune di Roma);

Ridotto: € 6,50 (€ 5,50 per i residenti nel Comune di Roma).

Durata:: 2h circa.

Limite di partecipanti 15 persone (la visita avrà luogo con un minimo di 6 persone).
Prenotazione obbligatoria entro venerdì 6 maggio, h. 18.00.
Info e prenotazioni a 
pan.archeologia@gmail.com   393 31 00 313
 

Sabato 14 maggio, h.16.30
L'AREA ARCHEOLOGICA DELLO STADIO DI DOMIZIANO A PIAZZA NAVONA
Lo stadio di Domiziano, costruito dall’imperatore omonimo e inaugurato nell’86 d.C., è il primo esempio di stadio in muratura di Roma e l’unico conosciuto fino ad oggi. Inaugurato nell’86 d.C., nello stadio vi si svolgevano le competizioni atletiche sul modello dei giochi greci, tanto amati dall’imperatore Domiziano. Lo stesso nome di stadio deriva dalla lunghezza della pista su cui si svolgevano le gare di corsa corrispondente ad uno stadio, antica unità di misura di lunghezza presso i Greci.
L'itinerario inizierà da Piazza Navona che ricalca l’originale forma dello stadio. Scenderemo quindi nell’area archeologica sottostante la piazza per visitare i resti delle imponenti strutture murarie dell’emiciclo dello stadio e capire insieme al nostro archeologo come si svolgevano gli agoni atletici nell'antichità. 
Con l'occasione avremo la possibilità di visitare la mostra Elmi dell'Impero Romano allestita all'interno dell'area archeologica.
Appuntamento: h. 16.15, in Piazza Navona, angolo via dei Canestrari.
Costi: 8visita guidata + 4 ingresso al sito, biglietto speciale per tutti i soci della nostra associazione (biglietto ordinario intero 8) .
Durata : 1h30 circa.
Limite di partecipanti 15 persone (la visita avrà luogo con un minimo di 6 persone).
Prenotazione obbligatoria entro venerdì 13 maggio, h. 18.00.
Info e prenotazioni a 
pan.archeologia@gmail.com 393 31 00 313

Vi anticipiamo che Sabato 21 maggio alle h. 10.15 visiteremo il COLOSSEO.
Guidati dal nostro archeologo, ripercorreremo la storia del monumento simbolo della città di Roma, scoprendo il mondo dei gladiatori e i giochi che si svolgevano nell'arena dell'anfiteatro.
 


Nessun commento:

Posta un commento