lunedì 7 novembre 2016

Visite guidate a Roma. Prossime aperture straordinarie.

Di seguito trovate le prossime visite guidate condotte dal nostro archeologo! Sono tre aperture in esclusiva per PAN Archeologia. Da non perdere questa settimana (sabato 12) l' occasione di visitare i Sotterranei di San Pasquale Baylon nel cuore di Trastevere!

Per partecipare alle nostre attività è necessario prenotarsi, indicando i nominativi dei partecipanti, con una delle seguenti modalità:
- inviare una mail a : pan.archeologia@gmail.com
- telefonare (o inviare un messaggio) al numero: 393 31 00 313.
Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci!



Sabato 12 novembre, h. 16.00
I SOTTERRANEI DELL’ EX CONSERVATORIO DI SAN PASQUALE BAYLON
(Apertura straordinaria per PAN Archeologia, data unica)
Un’occasione straordinaria per visitare, nel cuore di Trastevere, un quartiere di Roma antica, conservato nei sotterranei dell’ex Conservatorio di San Pasquale Baylon, istituzione ecclesiastica dedita all’educazione e all’assistenza delle orfane, che è stato oggetto di un accurato restauro per divenire oggi sede del Collegio Universitario Internazionale Romano.
Gli scavi archeologici effettuati tra il 1997 e il 1999 hanno consentito di ricostruire la storia dell’isolato, dall’età imperiale al pieno medioevo. A circa 5 metri di profondità sono stati messi in luce i resti di almeno tre insulae a connotazione abitativa, separate da strade basolate, dotate di botteghe al piano terra e pavimenti marmorei e a mosaico ben conservati; segue la trasformazione in una ricca domus signorile, abbandonata a seguito del sacco di Roma del 410 d.C e il riuso dell’area come sede di sepolture e in seguito di calcare per il cantiere della vicina Basilica di S.Cecilia.
Appuntamento: h. 15.45 Via Anicia, 13.
Quota di partecipazione: 8€ (Soci), 10€ (non Soci) + contributo di 5€ per l’ingresso al sito
Durata: 1h30 circa.
Posti limitati a 20 persone.



Sabato 19 novembre, h. 10.30
GLI HORTI SALLUSTIANI(apertura straordinaria per il gruppo di PAN)
Al centro della moderna Piazza Sallustio, a due passi da Porta Pia e Piazza Fiume, a 15 metri di profondità rispetto alla quota moderna, si trovano i monumentali resti di un padiglione residenziale pertinente a una importante villa romana.
Appartenuta nel corso dei secoli prima a Giulio Cesare e poi allo storico Sallustio, passò poi al demanio imperiale e divenne perciò una delle residenze suburbane alternative a quella ufficiale del Palatino, prediletta da Nerva, Vespasiano e Adriano come luogo privilegiato di soggiorno lontano dal caos delle zone centrali dell'Urbe.

L'area oggi è proprietà dell'Unione delle Camere di Commercio che la utilizza come suggestivo scenario per eventi: grazie a un esclusivo permesso speciale avremo la possibilità di ammirare le ampie aule, che conservano murature a tutta altezza e le straordinarie volte di età imperiale, contemporanee alla cupola del Pantheon. Con l'aiuto del nostro archeologo ripercorreremo la storia dell'importante complesso e restituiremo alle nude murature di laterizio le ricche decorazioni architettoniche e il lusso degli arredi scultorei: qui infatti già dal '600 sono tornate alla luce statue celebri che in origine decoravano le sale del palazzo e che oggi costituiscono i pezzi più pregiati delle raccolte museali romane. Per finire dedicheremo attenzione alle convulse vicende edilizie di fine '800 che portarono alla distruzione della più bella villa seicentesca di Roma, la celebre Villa Ludovisi, che sorgeva nell'area oggi occupata da via Veneto
Appuntamento h. 10.15, Piazza Sallustio, n.21.
Quota di partecipazione: 8€ (soci),  10€ (non Soci), ingresso gratuito al sito.
Durata: 1h30. 
Minimo partecipanti 8 persone, massimo 20.

Domenica 20 novembre, h. 9.30
IL MONTE TESTACCIO (Apertura per il gruppo di PAN)
Siete mai saliti sul monte che dà nome all'omonimo quartiere? Sapete cosa vuol dire "testae" in latino? Scopritelo insieme al nostro archeologo con una splendida visita sul monte Testaccio!
Il Testaccio è una collina artificiale composta da milioni di frammenti di anfore utilizzate per il trasporto via mare dell'olio. Le anfore approdavano nel vicino porto fluviale e, dopo il travaso del contenuto in recipienti più piccoli e maneggevoli, erano ordinatamente smaltite nell'immensa discarica che con i secoli andò a formare un vero e proprio 'monte dei cocci'.
Grazie a un'apertura speciale, avremo la possibilità di salire sul monte, scoprire i "numeri" davvero impressionanti del commercio romano e godere di un affaccio del tutto insolito sulla città. 
Appuntamento: h. 9.15, in via Zabaglia, 24.
Quota di partecipazione: 8€ (soci), 10€ (non soci)+ ingresso al sito 4€, ridotto 3€ per i possessori di Bibliocard e abbonamento Metrebus annuale. Gratuito per i minori di 18 anni.
Durata: 1h 30 circa. Posti limitati a 15 persone. 
Prenotazioni entro sabato 19 novembre, h. 16.00. 

INFO E PRENOTAZIONI A
pan.archeologia@gmail.com
393 31 00 313

Nessun commento:

Posta un commento