mercoledì 24 gennaio 2018

Prossime visite guidate

Sabato 3 febbraio, h. 16.30
LO STADIO DI DOMIZIANO E I SOTTERRANEI DI PIAZZA NAVONA  (Apertura Straordinaria)
 
Lo stadio di Domiziano, costruito dall’imperatore omonimo, è il primo esempio di stadio in muratura di Roma e l’unico conosciuto fino ad oggi. Inaugurato nell’86 d.C., nello stadio vi si svolgevano le competizioni atletiche sul modello dei giochi greci, tanto amati dall’imperatore Domiziano. Lo stesso nome di stadio deriva dalla lunghezza della pista su cui si svolgevano le gare di corsa corrispondente ad uno stadio, antica unità di misura di lunghezza presso i Greci. 
L'itinerario inizierà nelle adiacenze di Piazza Navona che ricalca l’originale forma dello Stadio. Scenderemo quindi nell’area archeologica sottostante la piazza per visitare i resti delle imponenti strutture murarie dell’emiciclo dello stadio e capire insieme al nostro archeologo come si svolgevano gli agoni atletici nell'antichità. Con un'apertura straordinaria, continueremo la nostra visita entrando in esclusiva nei sotterranei della nuova area archeologica sotto la sede dell' École française, recentemente restaurata.   
Appuntamento: h. 16.15, in Piazza Navona, 45.
Quota di partecipazione: visita guidata 8€ (Soci) - 10€ (non Soci)+ 8€ biglietto di ingresso per entrambi i siti .
Durata : 2h15. Limite di partecipanti 10 persone. Prenotazioni entro venerdì 2 febbraio h. 18.00.


Domenica 11 febbraio, h. 11.00
L'AREA ARCHEOLOGICA DEL CIRCO MASSIMO 
La recente apertura della nuova area archeologica del Circo Massimo ci permetterà di scoprire la struttura del più grande edificio di spettacolo dell’antichità e uno dei più capienti mai costruiti (volete sapere quanti spettatori poteva ospitare?).

Per la prima volta potremo accedere ai resti dell’emiciclo del Circo, alle gallerie che conducevano fino alle gradinate della cavea da cui si assisteva alle avvincenti corse dei carri. Scopriremo come funzionavano le corse e il gran successo che squadre e aurighi riscuotevano! Il nuovo percorso di visita ci condurrà ai resti di una strada basolata e alle stanze identificate come alcune delle numerosissime botteghe in cui si affollavano gli spettatori durante le pause dei giochi. Completeremo la visita entrando nella Torre della Moletta e affacciandoci dal primo piano, ripercorrendo la storia e le molteplici funzioni che la torre medievale ebbe nei secoli e fino ai nostri giorni.
Appuntamento: h. 11.15,  Piazza di Porta Capena davanti l'area archeologica.
Quota di partecipazione: €8 (Soci 2017), €10 (non Soci)+ biglietto di ingresso per i Residenti €4 (Intero), €3 (ridotto possessori Metrebus e Bibliocard). Per i non Residenti € 5/4. 
Minimo partecipanti 8 persone, massimo 15. Prenotazioni entro sabato 10 febbraio h. 18.00.


Sabato 17  febbraio, h. 15.00
I SEPOLCRI DI VIA STATILIA (Apertura straordinaria per il gruppo di PAN)

Foto: Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali
Un sito poco conosciuto a due passi da Porta Maggiore: visiteremo un’interessante area funeraria di età repubblicana situata lungo l’antica Via Celimontana. Grazie a un permesso speciale accederemo all’interno del sito per conoscere i proprietari del sepolcro, gli usi e i riti funerari dell’antica Roma. Completeremo il nostro percorso arrivando a Porta Maggiore, di cui  ripercorreremo la storia e scopriremo l’origine dell’adiacente Sepolcro di Eurisace, una tomba molto particolare di un fornaio del I secolo a.C.
Appuntamento: h. 14.50, in Via Statilia, angolo via Santa Croce in Gerusalemme.
Quota di partecipazione: €8 (Soci), €10 (non Soci). Biglietto di ingresso al sito: €4/€3 ridotto (possessori di Bibliocard, Metrebus annuale, insegnanti in servizio). Gratuito minori di 18 anni.
Durata: 1h45 circa.
Prenotazioni entro sabato 16 febbraio h. 18.00.

 
Sabato 24 febbraio  h. 11.00
GLI HORTI SALLUSTIANI (Apertura straordinaria per il gruppo di PAN)

Al centro della moderna Piazza Sallustio, a due passi da Porta Pia e Piazza Fiume, a 15 metri di profondità rispetto alla quota moderna, si trovano i monumentali resti di un padiglione residenziale pertinente a una importante villa romana.
Appartenuta nel corso dei secoli prima a Giulio Cesare e poi allo storico Sallustio, passò poi al demanio imperiale e divenne perciò una delle residenze suburbane alternative a quella ufficiale del Palatino, prediletta da Nerva, Vespasiano e Adriano come luogo privilegiato di soggiorno lontano dal caos delle zone centrali dell'Urbe.
L'area oggi è proprietà dell'Unione delle Camere di Commercio che la utilizza come suggestivo scenario per eventi: grazie a un esclusivo permesso speciale avremo la possibilità di ammirare le ampie aule, che conservano murature a tutta altezza e le straordinarie volte di età imperiale, contemporanee alla cupola del Pantheon.
 Con l'aiuto del nostro archeologo ripercorreremo la storia dell'importante complesso e restituiremo alle nude murature di laterizio le ricche decorazioni architettoniche e il lusso degli arredi scultorei: qui infatti già dal '600 sono tornate alla luce statue celebri che in origine decoravano le sale del palazzo e che oggi costituiscono i pezzi più pregiati delle raccolte museali romane. Per finire dedicheremo attenzione alle convulse vicende edilizie di fine '800 che portarono alla distruzione della più bella villa seicentesca di Roma, la celebre Villa Ludovisi, che sorgeva nell'area oggi occupata da via Veneto
Appuntamento h. 10.45, Piazza Sallustio, n.21.
Quota di partecipazione: visita guidata 8€ (Soci) - 10€ (non Soci) – Ingresso gratuito al sito. .
Durata: 1h30. 
Minimo partecipanti 8 persone, massimo 20.
Prenotazione obbligatoria entro venerdì 16 febbraio h. 16.00.

Per partecipare alle nostre attività è necessario prenotarsi, indicando i nominativi dei partecipanti, con una delle seguenti modalità:

- inviare una mail a : pan.archeologia@gmail.com

- telefonare (o inviare un messaggio) al numero: 393 31 00 313
Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci!
 

Nessun commento:

Posta un commento