PROGRAMMA MARZO

Ecco le nostre iniziative per il mese di marzo!


Domenica 3 marzo, h. 15.30  
I TESORI DI PALAZZO MASSIMO ALLE TERME 


Palazzo Massimo, una delle sedi del Museo Nazionale Romano, conserva tra le più belle e complesse collezioni d'arte antica a Roma: i bronzi ellenistici, gli importanti capolavori della statuaria antica come il Discobolo e l'Ermafrodito dormiente, gli ornamenti bronzei delle navi rinvenute nel Lago di Nemi, le splendide pitture della Villa di Livia o delle domus rinvenute nell'area della Stazione Termini decorate con mosaici pavimentali e pitture parietali. 
Gran parte dei reperti provengono dagli scavi effettuati tra  Ottocento e Novecento per la costruzione di Roma Capitale e costituiscono un patrimonio davvero eccezionale per l'entità e la qualità! Se non ci siete mai stati o avete voglia di tornarvi non perdetevi la visita...scoprirete tesori, spesso sconosciuti, del patrimonio archeologico e storico-artistico del nostro territorio!
INFORMAZIONI GENERALI 
 Appuntamento: h. 15.30, Largo di Villa Peretti, all’ingresso del Museo.
Quota di partecipazione: visita guidata 8€ (Soci) - 10€ (non Soci) - biglietto di ingresso gratuito in occasione della prima domenica del mese.
Durata: 2h circa. 
Posti limitati a 15 persone. 


Domenica 10 marzo, h. 11.30
LE TERME DI DIOCLEZIANO: una storia millenaria!
Chi avrebbe potuto immaginare che affollate sale termali, quali la sauna, il frigidarium, si sarebbero trasformate nel Cinquecento in un silenzioso luogo di preghiera e che le imponenti colonne di granito rosa avrebbero fatto da sostegno al transetto della Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri. La nostra visita inizierà proprio da qui, ammirando la maestosità degli ambienti, scoprendo i motivi che portarono Pio IV, Giovan Angelo de Medici, a riutilizzare i ruderi antichi e a impostarvi, su progetto di Michelangelo, la Basilica e l'annesso Convento dei Certosini, oggi Museo Nazionale Romano.
Dalla Basilica ci sposteremo all'interno del Museo, comprendendo le dimensioni davvero gigantesche del complesso: 13 ettari, un'area che si estendeva da Piazza della Repubblica a Piazza delle Finanze-Via Goito. 

Potremo visitare gli ambienti espositivi del Museo, recentemente restaurati: la natatio, ovvero la piscina delle terme, in parte visibile con la sua monumentale facciata e in parte trasformata nel piccolo chiostro della Certosa, rimasto chiuso per oltre cinquant'anni.

Ci "immergeremo" nella vita quotidiana romana, spiegando il funzionamento degli ambienti, delle differenti piscine e palestre e il riuso nei secoli delle imponenti sale. Completeremo il percorso vedendo insieme alcune "chicche" dell'esposizione museale.
INFORMAZIONI GENERALI 
Appuntamento : h. 11.15 puntuali in Piazza della Repubblica, davanti la Basilica di Santa Maria degli Angeli.
Quota di partecipazione: visita guidata €8 (Soci 2018), €10 (non Soci). Biglietto di ingresso gratuito al Museo in occasione della settimana della cultura.
Durata: 2h circa. Minimo partecipanti 8 persone, massimo 15. 



Venerdì 15 marzo, h. 15.00
IL MONTE TESTACCIO (Apertura straordinaria per il gruppo di PAN Archeologia)

Siete mai saliti sul monte che dà nome all'omonimo quartiere? Sapete cosa vuol dire "testae" in latino? Grazie ad un’apertura speciale avrete l’occasione di scoprirlo e salire sul "Monte dei cocci"!
Il Monte Testaccio è una collina artificiale, composta da milioni di frammenti di anfore utilizzate per il trasporto via mare dell'olio. Le anfore approdavano nel vicino porto fluviale e, dopo il travaso del contenuto in recipienti più piccoli e maneggevoli, erano ordinatamente smaltite nell'immensa discarica che con i secoli andò a formare un vero e proprio 'monte dei cocci'.

Scopriremo i "numeri" davvero impressionanti del commercio romano e completeremo la visita goderndoci un affaccio del tutto insolito sulla città.
Appuntamento: h. 14.45, in Via Zabaglia, 24.
Quota di partecipazione: visita guidata €8 (Soci), €10 (non Soci) -Biglietto di ingresso al sito: gratuito possessori MIC Card; oppure €4/€3. 
Durata: 1h15 circa. 
Minimo partecipanti 8 persone, massimo 20. 


Domenica 17 marzo, h. 15.30
L'ARA PACIS (Ciclo MIC Card)
Ara Pacis Augustae: monumento simbolo della politica augustea, straordinario documento storico, abile documento di propaganda, l'Ara è di fatto il paradigma di un arte che ci trasmette ancora oggi il sistema di valori dell'epoca in cui fu creata.
Voluta dal Senato per onorare il ritorno di Augusto da vittoriose campagne militari a nord delle Alpi, fu inaugurata il 30 gennaio del 9 a.C., nella pianura del Campo Marzio, nel quadro di un piano urbanistico che faceva di questa area esterna alla città un centro monumentale legato a grandi edifici pubblici e religiosi connessi con la figura del Princeps.
Nel corso della nostra visita ripercorreremo la storia della sua costruzione, analizzaremo i pannelli storici e mitologici, che ci danno la possibilità di riconoscere i volti dei personaggi che affollano i pannelli, senza dimenticare la storia del recupero dell’Ara, iniziata nel XVI secolo e terminata soltanto nel 1938 grazie a fortunati e innovativi scavi archeologici.
Per ultimo, non mancheremo di analizzare la vicende recenti che hanno portato alla demolizione della teca novecentesca del Morpurgo e alla costruzione del padiglione dell’architetto statunitense Meier, e gettaeremo infine uno sguardo sull'adiacente cantiere di restauro del Mausoleo di Augusto.
INFORMAZIONI GENERALI 
Appuntamento : h. 15.30 davanti l'ingresso del Museo, Lungotevere in Augusta, angolo Via Tomacelli. 
Quota di partecipazione: visita guidata €8 (Soci), €10 (non Soci)+ biglietto di ingresso al Museo: Biglietto di ingresso gratuito per i possessori MIC Card, per i Residenti  biglietto a 5 acquistando la Mic Card presso il Museo e destinata ai residenti di Roma e città metropolitana che consente l'accesso illimitato ai Musei comunali per 12 mesi); per NON Residenti biglietto di ingresso €13. 


Venerdì 22 marzo, h. 15.00
IL MAUSOLEO DI MONTE DEL GRANO (Apertura straordinaria per il gruppo di PAN Archeologia) 
Foto: Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali
Sulla via Tuscolana, oggi all'interno di uno spazio verde risparmiato all'urbanizzazione del quartiere, si trova un imponente sepolcro dalla forma particolare che nel Medioevo prese il toponimo di Monte del Grano. Le dimensioni e i rinvenimenti cinquecenteschi attribuirono il sepolcro a un imperatore, ma le odierni ricerche e dati archeologici lo identificano come tomba monumentale di un membro della famiglia dei Severi.
Grazie ad un permesso speciale entreremo in esclusiva all'interno del mausoleo e ricostruiremo insieme al nostro archeologo le diverse fasi di costruzione, la storia e il presunto proprietario della tomba. 
INFORMAZIONI GENERALI
Appuntamento: h. 14.45, in Piazza dei Tribuni, 24.
Quota di partecipazione: visita guidata €8 (Soci), €10 (non Soci) -Biglietto di ingresso al sito: gratuito possessori MIC Card; oppure €4/€3.
Durata: 1h15 circa. 
Minimo partecipanti 8 persone, massimo 20. 

 
Sabato 23 marzo, h. 16.00
SANT'AGNESE: un complesso monumentale tra storia e leggenda (Ciclo Chiese da scoprire!)
Cos’hanno in comune una megera sanguinaria, una piccola martire e una masnada di pittori fiamminghi? Un luogo al terzo miglio della via Nomentana, ricco di storia e di fede, dove la giovanissima Agnese, sepolta in una fredda tomba nel freddo gennaio del 304, dà vita, grazie al culto che si sviluppa intorno alla sua tomba, a un complesso unico nel suo genere, con due basiliche e un mausoleo straordinariamente decorato con finissimi mosaici destinato a sepoltura di Costantina – la megera sanguinaria degli scritti degli storici del tempo – e reinterpretato poi, dal Medioevo, come tempio di Bacco per le scene di vendemmia che lo ornano, rifugio nel Seicento di pittori bohémiens e crapuloni. 
 
Tutte queste storie, così diverse tra loro, che si intrecciano nel complesso di Sant’Agnese sulla via Nomentana, ce le faremo raccontare dai monumenti stessi che da secoli le custodiscono e le narrano volentieri a chi è curioso di conoscerle.
INFORMAZIONI GENERALI
Appuntamento: h. 15.45, in Via Nomentana, 349.
Quota di partecipazione: visita guidata €8 (Soci), €10 (non Soci).  
Minimo partecipanti 8 persone, massimo 20.


Sabato 30 marzo, h. 15.30
BENVENUTA PRIMAVERA: LA VILLA DEI QUINTILI SULL'APPIA


Nello splendido contesto storico e paesaggistico del Parco dell'Appia Antica si ergono i monumentali resti della villa che appartenne ai fratelli Quintili, nobili aristocratici consoli nell'anno 151 d.C., e che poi fu residenza prediletta dell’imperatore Commodo.

L’area archeologica, estesa circa 30 ettari, divenuta di proprietà statale solo nel 1986, è ancora oggi oggetto di scavi e restauri, che di anno in anno ampliano il percorso di visita. La villa era dotata di raffinate soluzioni architettoniche e decorative e comprendeva una parte residenziale, una di rappresentanza, diversi immensi serbatoi per l'approvvigionamento idrico, un anfiteatro, un teatro, un esteso impianto termale e molto altro!
Il nostro itinerario ci condurrà fino ai margini della via Appia antica, dove si conserva un grandioso ninfeo che si affacciava sulla Regina Viarum!  
Infine, da poco aperto al pubblico, accederemo all'area del casale di Santa Maria Nova, costruzione medioevale impostata su una cisterna romana per ammirare i mosaici da poco scoperti, relativi al mondo dei giochi circensi e dei gladiatori!
INFORMAZIONI GENERALI
Appuntamento : h. 15.30, in Via Appia Nuova, 1092.
Quota di partecipazione: visita guidata €8 (Soci), €10 (non Soci) + biglietto di ingresso al sito  €5/ridotto  2.50 (valido 2 giorni anche per la visita del Mausoleo di Cecilia Metella); gratuito per i possessori dell'Appia Card. 

Durata: 2h30 circa.

Minimo partecipanti: 10 persone, massimo 25. 

 


PER PARTECIPARE
Per partecipare alle nostre attività è necessario prenotarsi, indicando i nominativi dei partecipanti, con una delle seguenti modalità:
- inviare una mail a : pan.archeologia@gmail.com
- telefonare (o inviare un sms o un messaggio whatsapp) al numero: 393 31 00 313
Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci!
Lun-Ven h. 15-19.00
Sab h. 9.30-18.30

Nessun commento:

Posta un commento